NEW YORK: I 5 BOROUGHS IN 5 GIORNI

New York è suddivisa in 5 boroughs (distretti)
Il cuore pulsante è Manhattan dove meritano almeno 2 giorni per visitarlo.
Non sono da meno però gli altri 4: Brooklyn in cui non solo il ponte vale la visita, il Queens un miscuglio etnico, il Bronx per vedere un altro lato di NY e, per concludere, Staten Island dimenticata dai Newyorkesi ma con passeggiate piacevoli per ammirare skyline alternativi. Scopriamoli più nel dettaglio per il vostro itinerario.

GIORNO 1: LOWER MANHATTAN (DOWNTOWN) 

Financial District, Tribeca, Soho, Little Italy, Chinatown, Bowery, East Village, Greenwich Village.

Prendete subito dimestichezza con Manhattan
Questa piccola isola (si è un’ isola) è suddivisa in 3 fasce:
UPTOWN, la zona nord.
MIDTOWN, il fulcro del quartiere.
DOWNTOWN la parte sud, quella da cui partiremo con il nostro itinerario.
Comoda da girare a piedi, usate i mezzi per spostarvi solo da una parte all’ altra (ad esempio da UPTOWN verso DOWNTOWN);
con la metro non potrete sbagliarvi una volta capite le direzioni.

FINANCIAL DISTRICT

Partite dal Financial District, sede di numerosi grattacieli simbolo dell’ economia e famosissimo per Wall Street.
Purtroppo è altrettanto famoso per essere sede di Ground Zero: è qui che sorgevano le Twin Towers abbattute negli attentati dell’ 11 settembre 2001.
Passate dalle due fontane quadrate sorte al posto della sagoma delle Twin Towers, il memoriale, ed ammirate il One World Trade Center o anche Freedom Tower.
Toccante la visita al padiglione adiacente alle fontane, il 9/11 museum.
‼️Se volete visitare la Statua della Libertà, a due passi dalla Freedom Tower, partono i traghetti per Liberty Island ed Ellis Island da Battery Park.

One World Trade Center

TRIBECA

Salendo in direzione Midtown, entriamo nella parte “high class” di NY, Tribeca.
Super alla moda, un mix tra Soho e Portobello di Londra, per intenderci.
Botteghe, negozi folcloristici, ristoranti, pub caratterizzano la zona che, al contrario del Financial, è priva di grattacieli con uno stile molto più “old”:
è proprio per questo motivo che merita una visita, non essendoci attrazioni o musei di importanza rilevante.
‼️ A Tribeca, per gli amanti dei Ghostbusters, trovate la loro caserma al 14 di North Moore Street.

SOHO

Andando sempre verso Nord, a sud di Houston street, troviamo la pura essenza newyorkese: Soho.
Forse in molti film e serie tv avrete visto questo quartiere caratterizzato dalle famose case di mattoni rossi e palazzi in ghisa.
Molto signorile di giorno e meta per lo shopping sulla 5a Strada e sulla Broadway, di notte diventa un posto piacevole e stiloso dove trascorrere una bella serata.
Per questo vi consiglio una visita anche notturna.
C’è una particolare via, Greene St dove troverete i più bei edifici in ghisa e poter sicuramente scattare qualche foto ricordo. Passateci !

LITTLE ITALY e CHINATOWN

Spostandovi verso Est, vi trovate a Little Italy che si riduce ad una camminata su Mulberry St.
Parte molto turistica e poco italiana (la più vasta comunità italiana si trova a Staten Island).
Confinante c’è Chinatown, in cui non sembra di essere a NY per le strette strade che la compongono.
Contrariamente a Little Italy, qua trovate la comunità cinese di Manhattan.
Per chi ha già visto l’Asia potete immaginare: lanterne, ristoranti, profumi e aromi che cambiano ad ogni metro, pagode… Insomma, l’ Oriente !
Le vie principali sono Canal St e Mott St ma non esitate ad infilarvi in qualche vicolo per assaporare al massimo le tradizioni.

BOWERY

Proseguite verso uno dei primi quartieri sorti in città: Bowery.
Un tempo degradato per la sua attitudine popolare, diventato poi verso gli anni ‘90 punto di partenza per molti artisti punk e new wave con apertura di vari locali per musica dal vivo.

Bowery

EAST VILLAGE

Camminando oltre Bowery, sempre verso Midtown, vi trovate nell’ East Village.
Di tendenza ma non ostentato come Soho o Tribeca, lo definirei un quartiere riservato.
Consiglio di venirci per pranzo o cena nei tanti ristoranti a prezzi super economici. Tornando al discorso riservatezza, famosi nell’ East Village sono i secret bar detti anche Speakeasy: bar ignoti con porte anonime che servono cocktail a dir poco favolosi. Godetevi l’ atmosfera !

GREENWICH VILLAGE

Per ultimo ad una ventina di minuti verso Ovest, Greenwich Village o appunto West Village.
Molto coinvolgente l’ atmosfera che si crea passeggiando nei viali alberati tra le famose brownstones, le case di mattoni rossi.
La vita notturna è musica live nei vari locali in Blecker Street, avrete l’ imbarazzo della scelta.

GIORNO 2: MIDTOWN e UPTOWN MANHATTAN (TIMES SQUARE/CENTRAL PARK)

Flatiron Building, Empire State Building, Chrysler Building, St. Patrick Cathedral, Rockefeller Center, Times Square, MoMa, Central Park, Guggenheim Museum.

Questo è il giorno che forse avrete immaginato di più per la vostra visita a NY.
La parte turistica per eccellenza, il fulcro della città, la parte più trafficata: semplicemente New York.

MIDTOWN

Premesso che sono infinite le cose da vedere a Midtown, vi indicherò i luoghi di interesse più importanti.
Partite dal famoso “ferro da stiro”, il Flatiron Building. Risalente al 1902 è uno dei primi grattacieli costruiti, icona della città. Vi trovate sulla 5th Ave all’ incrocio con Broadway e la 23th Strada.
Passerete spesso sulla 5th o sulla Broadway, vie principali di Midtown: negozi e shopping sfrenato potrebbero prendere il sopravvento durante le vostre camminate !

Flatiron Building

Proseguite sulla 5th direzione nord, tra la 33 e 34 arrivate al grattacielo simbolo, l’ Empire State Building.
Saliteci di mattina presto per evitare le code e godetevi il panorama di giorno della città.

Empire State Building

Ritornate sempre sulla 5th ed all’ incrocio con la 42nd girate a destra, direzione east river: siete al Chrysler Building anch’esso famoso e bellissimo architettonicamente.
Imboccate Lexington Ave fino alla 50th dove poi girate a sinistra per visitare la cattedrale di Ny, St. Patrick Cathedral.

Proseguite sulla 50th ed eccovi al Rockefeller Center, un complesso di grattacieli, negozi e ristoranti. Qui trovate il Radio City Music Hall, dove fanno spettacoli e concerti. Sempre all’ interno del Rockefeller, il Top of the Rock, una terrazza panoramica per un’ altra vista mozzafiato della città. Qui consiglio di salirci di sera per godervi la vista notturna della grande mela.

Vista notturna da Top of the Rock

Prendete la 49th direzione Hudson River, all’ incrocio con la 7th, girate a sinistra e fermatevi a Times Square. Il luogo più significativo della città, quella che vedete in ogni cartolina, un vero e proprio must della vostra visita.
Osservate la quantità di luci e gente che cammina attorniati dagli schermi pubblicitari in ogni parte ! Da venirci assolutamente anche di sera !

Imboccando la 7th, fino all’ incrocio con la 54th, girando a destra arriverete al MoMa il museo di arte moderna.
Che dire, appassionati o no, una delle più grandi collezioni di arte moderna al mondo.
Ammirare i capolavori di Van Gogh, Andy Warhol, Picasso, Matisse (per citarne solo alcuni), vi lasceranno attoniti !
Merita una visita.

La Notte stellata di Van Gogh custodita al MoMa

UPTOWN

È la parte sostanzialmente di Central Park.
Divisa in Upper West Side a sinistra del parco e Upper East Side a destra del parco.
Godetevi un po’ di relax immersi nel verde newyorkese. 
I principali luoghi di interesse sono il Guggenheim Museum (Upper East Side) dove potete risparmiarvi la visita, ma merita vedere il capolavoro architettonico che ospita il museo ed entrate nell’ atrio per apprezzarlo ancora di più.
Il Metropolitan Museum of Art dove trovate arte da tutto il mondo, dalle civiltà più antiche ai giorni nostri. Il museo è immensamente grande ma la chicca è la terrazza all’ ultimo piano che vi farà ammirare Central Park.

GIORNO 3: QUEENS e BROOKLYN

QUEENS

Confinante con Brooklyn, il Queens è un quartiere che definirei easy e multietnico.
La sua peculiarità è quella di ospitare diverse culture, quindi assaporare tradizioni e cucine da altre parti del mondo accompagnerà la vostra visita.
Avrete l’ imbarazzo della scelta per mangiare: tantissimi ristoranti etnici (molto economici) vi aspettano per provare le loro specialità !
Questo distretto è anche molto comodo per alloggiare a prezzi accettabili rispetto a Times Square e Manhattan; la zona che vi consiglio dove poter soggiornare è quella di Long Island City, a soli 15 minuti di metro da Times Square.
Anche dal Queens avrete un’ altra prospettiva dello skyline di Manhattan: non c’è posto migliore del Gantry Plaza State Park, un bel parco sull’ East River con delle panchine per sedersi e ammirare lo skyline.
Il luogo più famoso del distretto è senza dubbio il Corona Park di Flushing Meadows e la sua Unisfera in acciaio, simbolo del Queens.
‼️Se per caso capitaste nel periodo fine agosto inizio settembre, a Flushing Meadows si giocano gli US Open di tennis. Inoltre all’ interno del parco troverete la sede della squadra di baseball dei New York Metz, il City Field.
Va menzionata anche un’ altra sede del MoMa, il MoMa PS1 che incrementa la collezione di arte contemporanea della sede principale, ingresso gratuito con donazione consigliata.

BROOKLYN

Un altro must del vostro itinerario è la visita a Brooklyn.
E’ il borough più popoloso della città: famoso per il Ponte di Brooklyn e meta fondamentale per scattare fotografie allo skyline di Manhattan !
L’ attrazione principale (e tra le più visitate) è sicuramente il Brooklyn Bridge che assolutamente dovete percorrere, a piedi o in bici, per godere del panorama di Manhattan in sfondo.
A Brooklyn ci sono diversi quartieri; i migliori in cui fare una bella passeggiata sono Brooklyn Heights, subito accanto al ponte, famoso per la sua Promenade: una passeggiata lungo l’ East River “punto strategico” per il meraviglioso skyline di Lower Manhattan.
Tornando verso il Brooklyn Bridge, recatevi a Dumbo (Down Under the Manhattan Bridge Overpass) per godere di uno scorcio emozionante del Manhattan Bridge che contorna l’ Empire State Building.
A 15 minuti trovate Williamsburg, quartiere vivace ed originale ma soprattutto culturale.
Pullula di artisti ed è anche una zona ricca di locali, indi per cui restateci di sera, farete sicuramente tardi !

GIORNO 4: BRONX

Il Bronx è il distretto più a Nord di NY, ne avrete sempre sentito parlare come posto malfamato e poco raccomandato: ma non è del tutto vero.
Ci sono zone da evitare abbastanza degradate come la parte Sud, mentre zone molto carine da visitare come per esempio quelle in cui sorgono le attrazioni principali,
lo Zoo del Bronx, il più grosso degli Stati Uniti, ospita una miriade di esemplari nei loro habitat naturali riprodotti al posto delle gabbie.
Il Giardino Botanico di New York tra i più grossi al mondo e composto da 50 magnifici giardini.
Lo Yankee Stadium sede della famosissima squadra di baseball NY Yankees, dove potrete fare una visita guidata dentro lo stadio e magari assistere ad una partita !
Ed infine la vera Little Italy, nella zona di Arthur Avenue, fulcro dell’ italianità Newyorkese al cospetto di quella di Manhattan, surclassata da Chinatown e rimasta solo come attrazione turistica.
Visitate di giorno il Bronx senza nessun tipo di preoccupazione ed organizzatevi un mini itinerario evitando di finire in zone poco raccomandabili.

GIORNO 5: STATEN ISLAND

Staten Island è il distretto meno visitato della città, sicuramente qualcosa di diverso dalla concezione di New York come città.
Si dice che “il ferry per Staten Island è sempre gratuito” proprio perchè è una zona un po’ abbandonata dai residenti, ed è vero ci si arriva gratuitamente da Battery Park !
Un distretto alternativo, dove poter fare delle piacevoli passeggiate fuori dal caos e godersi anche qui uno skyline differente dagli altri boroughs.
Potete sfruttare solo il giro in traghetto da Lower Manhattan per passare vicinissimi alla Statua della Libertà e godervi il meraviglioso panorama di Downtown capeggiato dal One WTC.
Il traghetto è attivo tutti i giorni 24 ore su 24, con frequenza ogni 15-20 minuti, la sera mezz’ora e ogni ora dopo le 23.
La durata del tragitto è di circa 25 minuti.

Staten Island Ferry

NEW YORK: ALTRE ATTRAZIONI

CONEY ISLAND

Se vi avanza tempo, a circa 45 minuti di metro da Manhattan, potrete fare una piacevole gita fuori porta a Coney Island con la sua spiaggia e il suo lungomare.
Ma l’ attrazione più famosa è il Luna Park con montagne russe e ruota panoramica !

Capolinea metro D, F, N da Manhattan.

Lascia un commento