WEST COAST ON THE ROAD

Nella West Coast vivrete la vera essenza americana e proverete un senso di libertà attraversando le famosa Route 66.
Ho organizzato il mio viaggio prevedendo 14 giorni con volo di partenza e ritorno su Los Angeles.
Considerate una spesa minima che si aggira intorno 2300-2500€ tra volo, pernottamenti e macchina.
L’ itinerario è così strutturato:

  • Los Angeles – 3 giorni
  • San Francisco – 4 giorni
  • 1 notte libera per spezzare il viaggio San Francisco – Las Vegas a Bakersfield
  • Las Vegas – 2 giorni
  • Grand Canyon – 1 giorno
  • San Diego – 3 giorni

Cominciate prenotando il vostro volo per LA ed affitate la macchina in uno dei tanti box presenti all’ aereoporto, io vi consiglio Alamo.
Ma attenzione, visti i lunghi spostamenti, evitate auto piccole in compenso di una più confortevole visto che in macchina passerete gran parte del vostro viaggio.
Un’ altra cosa importante saranno i parcheggi, in America ce ne sono parecchi a prezzi buoni, ma il sito www.bestparking.com/ vi aiuterà a trovare le tariffe migliori.

LOS ANGELES

Los Angeles non troverete tradizioni e culture antiche. Vi consiglio quindi di concentrarvi nella zona di Hollywood e sulle famose spiagge di Venice Beach e Santa Monica.
Io ho soggiornato al Super 8 by Wyndham Los Angeles/Alhambra, a East LA. Un motel senza pretese in una zona ben servita sia per mangiare che per spostarsi in auto verso le principali attrazioni vista la vicinanza alla Freeway.

Giorno 1 – Hollywood e Griffith Observatory

Il primo giorno a LA dirigetevi subito in uno dei quartieri simbolo, Hollywood.
Potete parcheggiare gratuitamente lungo la North Crescent Drive (i parcheggi di Hollywood sono carissimi !).
Passeggiate lungo la famosa Walk Of Fame e guardate le stelle delle celebrità sul marciapiede.
Fate un buon pranzo nella parte thailandese di Hollywood, Thai Town per poi arrivare all’ incrocio famoso tra Hollywood Blvd e Vine Street: qui trovate le stazioni radio più famose della città.
Prendete la vostra auto e spostatevi verso il Griffith Park.
Qui potrete visitare uno dei punti più belli della città: il Griffith Observatory.
Davanti a voi un panorama mozzafiato e alle vostre spalle la famosa collina con la scritta Hollywood.
A proposito ! Dal Griffith Park potreste prendere il sentiero Hollyridge Trail e in 2 ore circa tra andata e ritorno arriverete alla scritta.

Giorno 2 – Santa Monica e Venice Beach

Il secondo giorno “dedicatevi” all’ Oceano: il Santa Monica Pier, a Santa Monica, con il suo luna park è un’ icona di LA. Non perdetevi il celebre segnale stradale del punto conclusivo della Route 66 !
Parcheggiate al Santa Monica Place, il centro commerciale cittadino, comodissimo per ogni spostamento.
Fate due passi sulla spiaggia e un po’ di shopping sulla Third Promenade.
Spostatevi nella pittoresca Venice Beach che con il suo lungomare si ha una bella vista sull’ Oceano, il Venice Boardwalk.
Parcheggiate adiacente al lungomare, il parchimetro non è costoso.
Passeggiando incontrerete numerosi artisti di strada, ragazzi sui pattini ma soprattutto skater: fermatevi ad ammirare le loro evoluzioni allo skate park, al centro del Boardwalk.
Per gli appassionati di fitness, troverete la famosa Muscle Beach ed anche una zona interamente dedicata ai graffiti.

Giorno 3 – Getty Center, Beverly Hills, West Hollywood, Malibu Beach

L’ ultimo giorno fate una visita al Getty Center, un complesso di musei dalla struttura particolare: una sorta di cittadella. Qui potete trovare opere fino al XX secolo tra cui anche un Van Gogh.
Ammirate il panorama dai suoi giardini: il bacino di LA, le montagne di Santa Monica e l’ Oceano.
Dirigetevi poi nel quartiere residenziale e commerciale più famoso, Beverly Hills.
Immancabile una passeggiata nella via della moda Rodeo Drive. Se volete continuare con lo shopping vi consiglio di tornare nella città: qui nel Fairfax District (Fairfax Ave) troverete un sacco di negozi streetwear !
Siete nel quartiere più progressista della città, West Hollywood. Scoprite Melrose Avenue e la sua street art, gustatevi un buon vino californiano da V Wine Room, un locale con un grande albero al centro.
Perchè non affittarvi una bicicletta per visitare questo accogliente quartiere ? Numerosi sono i rent bike tra le vie !
Prima della vostra partenza per San Francisco, fate l’ ultima sosta a LA:
Malibù. Prendendo la Pacific Coast Highway in direzione San Francisco, potete fermarvi in questa zona balneare esclusiva ed elegante, residenza di numerosi vip.
Sorseggiate un buon caffè americano al Malibù Pier e rimettetevi in viaggio lungo la panoramica costiera Pacific alla volta di San Francisco !

SAN FRANCISCO

Senza dubbio città unica degli Stati Uniti.
Il suo essere “europea” la contraddistingue dalle metropoli americane per la sua urbanistica e per il suo stile di vita.
Godetevi a pieno questa città che custodisce numerose scoperte; vi consiglio di trascorrere minimo 3 giorni, 4 nel caso vogliate visitare anche la prigione di Alcatraz.
Portate sempre con voi una felpa o kway: d’ estate, nonostante la stagione, è molto ventilato con cambi repentini di tempo e al sole non sudi 😀 !
Scarpe comode perchè girerete tantissimo a piedi, al contrario di LA. MI I parcheggi sono molto convenienti con tariffe giornaliere economiche in tutta la città.
Dormire a San Francisco non è tanto economico: per questo, essendo automuniti, potreste soggiornare nella zona dell’ aeroporto a soli 15 minuti dal centro città (Union Square). I prezzi sono più economici e tutto sommato come posizione è comoda.
Io ho soggiornato al Ramada Limited and Suites San Francisco Airport, dotato di camere spaziose e parcheggio gratuito.

Giorno 1 – Union Square, Fisherman’s Warf, Lombard Street

Iniziate la visita a piedi dalla piazza simbolo della città: Union Square, centro nevralgico con negozi e centri commerciali. La prima tappa sarà il quartiere di Chinatown, tra le zone più interessanti della città.
Strade piene di banchetti e prodotti tradizionali accompagnano la vostra passeggiata, da vedere, Waverly Place dove trovate i templi di Chinatown.
Proseguendo verso la baia, dirigetevi a North Beach, quartiere iconico perchè racchiude la comunità italiana e numerose botteghe, ristoranti, appunto italiani.
Godetevi il colpo d’ occhio verso la baia e andate verso la Colt Tower: sfruttate una giornata limpida per godere a pieno a pieno del panorama. Se così non fosse, da North Beach potete andare direttamente nella zona di Fisherman’s Warf e Pier 39, che con i suoi leoni marini, è una meta imperdibile a SFO.
Al Pier 39 potete trovare di tutto dai negozi alle giostre fino ai ristoranti tra cui anche quello famoso di gamberi di Forrest Gump e del suo amico Bubba: Il Bubba Gump Shrimp Co.
Sconsiglio i parcheggi in zona Pier 39, per l’ alto tasso turistico, hanno prezzi altissimi !
Dal Pier potete scorgere l’ Isola di Alcatraz che consiglio di visitare un altro giorno prendendo prima i biglietti evitando interminabili code.
Spostatevi poi verso Ghirardelli Square e iniziate la salita verso Hyde Street che, in circa 10 minuti, vi porterà alla famosissima ed unica Lombard Street. Scattate le foto di rito, prendere al volo un Cable Car e scendete alla fermata successiva per ammirare il panorama dall’ alto della Lombard Street.

Giorno 2 – Marina e Golden Gate Bridge

Il secondo giorno, a mio avviso, vedrete la parte più bella: Marina e Golden Gate Bridge.
Parcheggiate al Crissy Field Park, dove comincerete a vedere il ponte in lontananza e a circa 20 minuti a piedi arriverete al ponte.
Io l’ho fatto a piedi per godermi al massimo l’ esperienza, ci metterete circa 2 ore andata e ritorno e varie foto di rito.
Altra tappa imperdibile dopo la visita al ponte è Baker Beach, spiaggia selvaggia sul pacifico dove non si vedono grattacieli, non si vede la città ma semplicemente l’ arco rosso del ponte quasi come una cartolina.
Riprendete la vostra auto e spostatevi al Golden Gate Park, un’ area di SFO con intrecci di strade tra giardini, musei, skatepark e luoghi dove rilassarsi.
Da vedere il Japanese Tea Garden per una pausa a base di Tè Matcha, biscotti della fortuna, giardini zen e templi a raffigurare la cultura nipponica.
Per la visita al parco potreste affittare una bicicletta in uno dei rent bike limitrofi.
Dirigetevi verso Alamo Square, a 5 minuti di auto dal parco, famosa per le casette colorate che forse avrete visto in numerosi film.
Adiacente c’è il quartiere di Haight-Ashbury, nato per il movimento Flower Power degli anni ’60, con i suoi murales e negozi vintage.
Approfittatene anche per un buon aperitivo a fine giornara in un pub o cafè che potete trovare in questa zona.

Giorno 3 – Mission e Downtown SFO

Il terzo giorno spaziate nel quartiere Mission, multietnico e colorato. La zona è la più “pitturata” della città: Balmy Alley, un vicolo che ospita la raccolta più concentrata di murales della città, dove vedrete all’ azione i writers.
Fermatevi a mangiare nel locale preferito degli hipster, il Foreign Cinema che propone un cibo ottimo accompagnato da un buon vino.
Passate a vedere il Women’s Building, l’ edificio storico Mission Dolores, da cui proviene il nome Mission.
Riprendete la vostra auto ed andate a fare un giro al Ferry Building Marketplace, un mercato coperto sorto in un ex terminal portuale. Ci troviamo a Downtown San Francisco, fermatevi qui per un buon aperitivo al tramonto.

Giorno 4 – ex penitenziario di Alcatraz

L’ ultimo giorno dedicatelo alla visita dell’ ex penitenziario più famoso d’ America: Alcatraz.
Come anticipatovi prendete i biglietti prima per evitare lunghissime code sul sito ufficiale www.alcatrazcruises.com.
Il tour parte dalla zona dei Pier, al Pier 33, ed è molto interessante con audioguida anche in italiano.

Alcatraz

LAS VEGAS

Dopo un lungo viaggio passando attraverso il deserto del Mojave, noterete una vera e propria oasi di luci nel deserto: Las Vegas.
La città delle luci, dello svago e dei casinò… Unica al mondo !
Las Vegas non è chiese, palazzi antichi ma semplicemente rifacimento storico.
Ecco perchè ci ritroveremo tra i vari casinò a Venezia, Parigi, Il Cairo oppure tra gli antichi Romani.
Passerete il giorno nei casinò, visto che in estate la temperatura è proibitiva per il grande caldo, perdendovi tra slot e feste ad ogni orario !
Da non perdere un giro la sera nella Las Vegas Boulevard comunemente chiamata The Strip, la via principale dove si trovano i più importanti hotel e casinò.
Altro must di Las Vegas è sicuramente lo spettacolo delle fontane del Casinò Bellagio dove ogni 15 minuti più di 1200 getti d’ acqua esplodono a ritmo di musica formando coreografie e colonne d’ acqua alte fino a 76 metri.
Consiglio di vederlo in notturna per cogliere lo splendore dei giochi pirotecnici fatto dalle fontane !
Se volete godere di una vista panoramica, lo Stratosphere Casino permette di raggiungere la sommità della torre alta 350 metri e vedere tutta la città con il deserto che la circonda.
Detto ciò perdetevi tra le milioni di luci di questa città e fate qualche puntatina nei casinò sperando la fortuna vi assista !
Per dormire io ho soggiornato all’ Hard Rock Hotel & Casino, stanze con letti king size molto economiche.
Casinò non tanto grosso ma spettacolare per i numerosi cimeli delle rockstar che vi hanno suonato !

Fontane al Bellagio

GRAND CANYON

A circa 3 ore e mezza da Vegas, preparatevi ad ammirare una delle 5 meraviglie al mondo: il Grand Canyon.
Il Grand Canyon si trova in Arizona, passerete dal deserto ad un panorama tipicamente country americano con tanto verde.
Non esitate a scattare qualche foto durante il vostro viaggio percorrendo la famosa Route 66 !

Tipico paesaggio dell’ Arizona

Parco nazionale del Grand Canyon

Uno dei posti più vicini per la visita al Canyon è la cittadina di Williams, che dista circa mezz’ora dal parco dove entrerete nel Canyon.
Consiglio di alloggiare per una notte al Grand Canyon Inn and Motel, un motel molto particolare tutto in legno con a fianco un negozio di souvenir sulla Route 66 e dove potrete trovare informazioni per i vari tour al Canyon.
Copritevi perchè quando cala il sole c’è un’ escursione termica non da poco, quindi attrezzatevi per la giornata !
Il Grand Canyon ha due sponde dette bordi: bordo Sud (South Rim) e bordo Nord (North Rim) divisi da una distanza di circa 29 km, quindi in una giornata è praticamente impossibile visitare entrambi i versanti.
Io ho visitato il South Rim, il bordo più turistico ed attrezzato ma soprattutto comodo per chi ha solo una giornata di visita.
L’ entrata al Parco Nazionale costa 30$ a macchina ed all’ interno i Ranger vi darà una cartina con tutti i punti panoramici da vedere per iniziare la vostra visita.
Vi sono diversi punti di osservazione lungo il bordo tra cui Desert View, Mather Point (centro visitatori), Hopi Point ed altri 5, per un totale di 8.
Tramite il Rim Trail, il sentiero più celebre del South Rim, potete toccare tutti gli 8 punti di osservazione.
Il sentiero è lungo 21 km e sta a voi decidere se farlo tutto o fermarvi in uno dei punti indicati.
I 3 che vi ho elencato sono i più significativi; considerate che per arrivare a Mather Point, a piedi dall’ entrata Sud, sono circa 4 ore andata e ritorno.
Lungo questo sentiero potrete anche usufruire della navetta bus per raggiungere ogni singolo punto ma, a mio avviso, rovinerebbe tutto ciò che di fantastico vedrete camminando da un punto all’ altro: panorami immensi che vi lasceranno a bocca aperta !
Insomma, programmate la vostra visita che può durare da 15 minuti per arrivare al primo punto a tutto il giorno per osservarli tutti.
Se riuscite aspettate il tramonto, uno spettacolo unico che merita di essere visto… Il punto migliore dove poter osservarlo è il Desert View, il più alto del South Rim, dove troverete una torre di osservazione in pietra decorata con murales di leggende indiane per ammirare il panorama a 360 gradi.
Ora però lascio parlare le immagini…

SAN DIEGO

Eccoci all’ ultima tappa prima del vostro (agognato 😖) rientro a casa: San Diego.
Sole, mare, città e relax; non c’è miglior combinazione per chiudere 2 settimane on the road !
Definita come la città più bella d’ America per il suo fascino dispersivo e disordinato: dalle spiagge ai grattacieli passando per la città vecchia dalle tradizioni messicane (la frontiera dista appena 30 km).
Come pernottamento vi consiglio la zona di Gaslamp, io ho soggiornato all’ Comfort Inn Gaslamp Convention Center, economico e dotato di parcheggio convenzionato con l’ hotel.

Giorno 1 – Downtown San Diego

Downtown San Diego comprende i quartieri di Little Italy e Gaslamp. A Little Italy si trova il Maritime Museum dove sono conservati gli storici velieri della Marina Americana, mentre a Gaslamp potrete visitare l’ USS Midway Museum. La Midway è la grande portaerei utilizzata dalla Marina Americana dal 1945 al 1992, potrete visitarla anche all’ interno e sul ponte di decollo vedere circa 25 caccia americani.
Da non perdere la famosa statua che raffigura il bacio dopo la fine della guerra !
Gaslamp è il quartiere più movimentato di San Diego pieno di pub, bar e ristoranti: fermatevi al Gaslamp Quarter Pizza per un buon pezzo di pizza (e se vi consiglio una pizza in America è perchè davvero si avvicina alle nostre 😀).
Trascorrete in questo quartiere le vostre serate sorseggiando cocktail mentre osservate il via vai di persone tra un locale e l’ altro !
A Gaslamp potete fare shopping, numerosissimi negozi di souvenir per ogni tipo di esigenza e negozi di streetwear.

Giorno 2 – Balboa Park

A circa 20 minuti di auto da Gaslamp, c’è il Balboa Park, un grande parco al cui interno troverete musei, zoo, giardini e gallerie d’ arte.
Troverete numerosi parcheggi all’ interno, un intero giorno non basta per visitarlo; io ho visitato lo Zoo e la Casa del Prado.
Lo Zoo è uno dei più famosi al mondo con una grande vastità di specie animale e ambientazioni ricreate ad hoc.
Fermatevi poi alla Casa del Prado, un complesso di edifici risalenti ai primi del ‘900 con un cortile a dir poco magnifico.

Giorno 3 – Old Town San Diego

A 15 minuti di auto da Downtown, troverete la vecchia città di San Diego.
La Old Town San Diego presenta edifici in stile coloniale spagnolo a testimoniare i primi insediamenti europei in California.
Passeggiate verso l’ Old Town State Historic Park partendo dalla piazza principale Plaza De Las Armas cogliendo l’ essenza di un luogo che ha fatto la storia degli Stati Uniti.

Old Town San Diego Historic Park

Le Spiagge di San Diego

San Diego ha delle spiagge magnifiche: godetevi qui le ultime ore di relax !
A La Jolla Cove (15 minuti di auto dalla Old Town) potrete stare a stretto contatto (ma non troppo) con i leoni marini, mentre a Coronado Beach vi sembrerà di essere sulla spiaggia del famoso telefilm Baywatch !

Bene, è ora di tornare a LA: il vostro aereo di ritorno vi aspetta dopo aver macinato km ed aver visto magnifici paesaggi alternarsi nei vostri viaggi..
Deserto, città, mare…
God bless America ! 🇺🇸

Lascia un commento